RIORIENTA IL TUO 5 X 1000

E-mail Stampa PDF
RIORIENTA  IL TUO 5 X 1000

Aiutaci a sostenere i progetti di Economia solidale in Italia e nei tanti Sud del mondo

E' semplicissimo: basta firmare nel riquadro di pertinenza delle ONLUS, (il primo in alto a sinistra intitolato "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale, ...") e specificare il codice fiscale Reorient Onlus Gli Amici di Xa Me C.F  96275500583 ) nello spazio sotto la firma.

Dacci una mano a diffondere questa possibilità !!!!

L’associazione “Reorient Onlus”, è attiva da quasi vent’anni nel campo della cooperazione internazionale solidale e dell’educazione alla pace all’Intercultura e alla mondialità ed con una forte esperienza  sull’economia solidale locale ed il consumo critico e responsabile , svolgendo attività di progettazione e attuazione di programmi di sensibilizzazione, intervento e formazione su questi temi.

 

Principali attività

Oltre alla realizzazione di progetti specifici in diverse aree del Sud del Mondo (Vietnam, Sri Lanka, Afghanistan,Rep.Domenicana, Uruguay, Argentina, Brasile,ecc..) ha da sempre dedicato uno spazio centrale della sua “missione” alle attività di educazione alla mondialità e allo scambio interculturale a Roma. Mediante iniziative di studio, campagne di sensibilizzazione e di mobilitazione sui temi dell’economia solidale, del consumo critico e per un economia di pace, sostenendo una profonda critica all’attuale modello di politica economica internazionale e di sviluppo urbano, incentrato sullo sfruttamento e sulla depredazione di risorse di ogni tipo,  cosi come della emarginazione nei confronti di gran parte dei Pvs nel Sud del mondo e delle sue popolazioni in Europa. Tutto questo lavoro ha come obbiettivo quello di "ri-orientare" l’attenzione dell’’Occidente globalizzato” verso una cooperazione tra i popoli che cambi approccio, abbandonando quelle forme di neo-colonialismo etico e ripensando ad un rapporto solidale basato su valori che rimettano al centro l’uomo e la sua dignità.

 

Progetti più importanti realizzati  negli ultimi 10 anni

 

2001_ Vietnam: sostegno attività di formazione e legate a progettualità nell’economia solidale, artigianato locale e al turismo responsabile, ospitalità e micro- reddito, insieme all’Università di Economia Roskilde e al Centro Federico Caffè-Roma.

 

2002_ Sri Lanka, collaborazione con una struttura di accoglienza per bambini di strada, Andiabalama Farm, a pochi Km. da Colombo  gestita da Padre Tissa Balasuriya che occupa un ruolo determinante nella risoluzione dei conflitti interetnici e interculturali che da anni caratterizzano lo scenario politico e sociale dello Sri Lanka. Parallelamente allo sviluppo di un micro progetto, consistente nella costruzione di punti di raccolta acqua e ampliamento della struttura. Finanziato dal progetto di sostegno a distanza per i bambini ospiti della casa.

 

2004_ Sri Lanka - Programma di Formazione Professionale nel Distretto di Kalutara (Sri Lanka), in uno dei distretti più colpiti dalla devastazione del maremoto del dicembre 2004. Controparte locale è la Theravada Buddhist Community Beruwala, presente da sempre nei distretti di Matara e di Kalutara ed importante punto di riferimento per l'intera popolazione locale. Nello Sri Lanka non esistono scuole tecniche professionali, per cui, dovendo ricostruire vaste zone devastate, era indispensabile formare personale adeguato. Il progetto ha realizzato un centro di formazione professionale che ha preparato personale qualificato e competente per l'opera di ricostruzione del dopo-maremoto e ha favorito l'inserimento nel mercato del lavoro di tale personale. Finanziato dalla Provincia di Rieti e la Comunità Buddista Theravada in Italia.

 

2005_ Afghanistan.  Progetto un Libro per Kabul che ha previsto il sostegno alla popolazione attraverso la collaborazione con l’Afghan Youth Coucil  per la costruzione di diverse  scuole e  biblioteca nell’area  di Kabul, in particolare per le bambine che erano lasciate fuori le poche scuole rimaste in piede dopo la guerra. Programma Biblioteche Solidali Comune di Roma.

 

2006_ Uruguay- Area del Mercosur Dopo stabilire diverse collaborazioni con alcune organizzazioni che si occupano di economia solidaria nell’area del Cono Sur ha progettato interventi di economia solidaria in 3 ambiti. Turismo Responsabile, Commercio Equo, Riuso e Riciclo.

 

2007_ Gestione Ambientale dell’area Rincón de Perez, nella regione di Paysandù, Uruguay e la creazione di circuiti di Turismo Responsabile e Sviluppo Locale con le comunità locali, in cooperazione con il Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili. Cooperazione decentrata Regione Lazio, Italia. Ha inaugurato il primo centro di turismo responsabile in Uruguay, in collaborazione con il Ministero Nazionale del Turismo Uruguay. Ha promosso la costruzione della Rete di turismo urbano responsabile Barrio Sur y Palermo, in uno dei quartieri più marginali di Montevideo, con popolazioni afro-uruguaiane soggette ad un processo di marginalizzazione causato dal turismo di massa.  Cooperazione Regione Lombardia, Istituto di Cooperazione Economica Internazionale.

 

2008_ Uruguay- Argentina- Brasile_  Assieme all’spazio  di economia solidaria; ossia una rete di diverse  organizzazioni promotrici dell'economia solidale nella città di Montevideo ed in Uruguay, inaugura la prima bottega del commercio equo Tenda Ecosol, Cooperazione decentrata Regione Lazio.

 

2009_ Uruguay- Brasile, Sempre nell’ottica di esplorare le strategie di economia informale e solidaria,  ha sostenuto la creazione di una serie di cooperative di Riuso e Riciclo con il sindacato dei raccoglitori informali “Cartoneros”, di Uruguay e il Movimento di Catadores do Lixo- Brasile. Il progetto ha promosso il miglioramento delle condizioni di lavoro  di questi operatori  che dovrebbe portare ad  un cambiamento favorevole delle loro condizioni di vita. Sostenuto dalla cooperazione decentrata I Municipio Comune di Roma e dal Collaborative working group on Solid Waste Managment in Low and Middle, income countries- Switzerland.

 

2010 _ Uruguay- Italia, progetto per la costruzione di una filera solidale della Lana in Uruguay, insieme al Movimento Nazionale di Donne Rurali (AMRU), e alla Cooperativa Fair di Genova. Sostenuto dalla Cooperazione decentrata della Regione Lazio.

 

2010_ Mappatura delle realtà di altra economia a Roma e Provincia e proposte di distretti di

economia solidale. Insieme al Consorzio della città dell’AltraEconomia, sostenuto dall’Assessorato

al Bilancio e la Programmazione Economica della Provincia di Roma.

 

2011_ Area del Mercosur. Progetto Sur Sur, per la commercializzazione di prodotti di economia solidaria in America Latina. Brasile, Uruguay, Paraguay, Argentina.   Sostenuto dalla Cooperazione decentrata della Regione Lazio.

 

2011_ Percorsi di educazione alla mondialità, alla pace e all’economia solidale, nelle scuola della Provincia di Roma. Comune di Arsoli, Roviano, Anticoli. Finanziato dalla Regione Lazio al plesso  scolastico di Arsoli.

 

2012_ Progetto un libro para la Biblioteca al Sur_ Creazione di una biblioteca comunitaria nel

quartiere marginale di Barrio Sur, a Montevideo, per l’educazione dei ragazzi di strada e la lotta

contro la delinquenza ed il narco-traffico, con la Campagna Biblioteche solidarie del Comune di

Roma.

 

2012_ Ricerca sulle esperienze di gruppi di acquisto solidale Roma e Provincia. Insieme al

Consorzio della città dell’AltraEconomia, e finanziato dal progetto PRIN “Agricoltura locale e

consumo sostenibile nelle reti alimentari alternative”, Università Federico II Napoli.

 

2012 Progetto di organizzazione del Forum Nazionale, Proposte di Pace - Giustizia e Pace al tempo delle Crisi,  a Roma   per conto della Provincia di Roma.

 

 Affiliazioni, partenariati e accreditamenti

_L’associazione fa parte della Rete Nazionale Economie solidali

-L’associazione è membro fondatore del Laboratorio Urbano Reset (Riconversione Economica, Solidale  E Territorio)

_ L’associazione Reorient è stato membro fondatore del Consorzio della Città dell’Altreconomia, uno dei primi spazi in Europa interamente dedicato a quelle pratiche di economia solidale.

-L’Associazione ReOrient  fa parte della Rete Romana Consumo Critico e da molto tempo si occupa di promuovere campagne di sensibilizzazione su temi del consumo sobrio e responsabile e sull’economia di  giustizia. Reorient è membro fondatore di Oppidum  (OSSERVATORIO PPOPOLARE SU IMPRESE E DIRITTI UMANI un osservatorio dedicato alla ricerca sui comportamenti delle imprese e alla divulgazione delle informazioni, per la promozione di un consumo critico e consapevole. Inoltre l’associazione è trai i promotori della Campagna Sponsor Etici per Roma.

_ L’associazione è attiva nella Campagna Sbilanciamoci, seguendo le tematiche delle spese militari e dell’economia solidale.

L’associazione è tra i fondatori del Comitato cittadino per la Cooperazione decentrata e del Forum Provinciale per la pace i diritti e la solidarietà internazionale della Provincia di Roma. 

_ L’associazione e attiva all’interno della Rete Italiana disarmo dal 2004. Ed ha portato avanti diverse campagne di sensibilizzazione sul tema della pace e del disarmo.

_ L’associazione Reorient è tra i promotori degli Stati Generali della Solidarietà e Cooperazione Internazionale, che riunisce 300 associazioni ed ONG che operano nel campo della solidarietà e cooperazione decentrata in Italia. 

_ Reorient è parte del Gabbianella e del Forum Sad  che è l'organizzazione maggiormente rappresentativa di quanti operano con progetti di sostegno a distanza.

_ Socia di Viaggi e Miraggi e di AITR Associazione Italiana Turismo Responsabile.

 

InformAzione - FormAzione come strategia centrale per una cooperazione solidale

Reorient organizza sui temi della cooperazione e della solidarietà internazionale e su tematiche connesse all’intercultura, l’economia solidale, corsi di formazione per operatori di solidarietà internazionale in Italia. Gli  ambiti di intervento sono riferiti a tematiche come lo sfruttamento del lavoro minorile il sostegno a distanza, l’economia solidale e di giustizia, cooperazione solidale, la convivenza, il consumo critico e l’emergere del lavoro sommerso prendendo spunto dei progetti di cooperazione internazionale nel Sud del Mondo.

Le Attività formative degli ultimi anni per operatori di ONG e associazioni locali sono stati;

  • Corso sull’economia alternativa e solidale
  • Corso sviluppo locale, Intercultura e educazione alla pace.

 

           Realizza molte campagne e seminari per promuovere la riflessione e l’azione collettiva delle reti italiane in queste tematiche,  l’ultima nel 2012, quando gli è stata affidata la organizzazione e  gestione del  Forum Nazionale, Proposte di Pace - Giustizia e Pace al tempo delle Crisi,

 

 

Reorient WebTV

Agenda

Non ci sono eventi al momento.

    Forum

    Login