Un libro per Kabul

 L’Afghanistan soffre di una drammatica crisi umanitaria, causata da venti anni di guerre che ne hanno devastato l’economia, il sistema sanitario e quello scolastico. Le conseguenze del conflitto sono allarmanti: si stima che un afgano su cinque abbia riportato una o più ferite a causa di mine antiuomo e che il 70% di questi siano bambini. La percentuale di analfabetismo maschile è del 53%; quella femminile, dell’85%. Il progetto si propone di aprire quante più biblioteche possibile, all’interno di scuole elementari e medie,allo scopo di dare una maggiore possibilità agli studenti di riprendere il percorso scolastico. Infatti, molti di loro non possono ancora frequentare la scuola, perchè mancano le aule e soprattutto perché non possono permettersi di acquistare i libri. Le biblioteche creeranno un punto fisso nella scuola, in cui gli studenti potranno usufruire dei libri di cui necessitano durante le ore di lezione. La biblioteca sarà gestita dagli studenti stessi con l’aiuto dei loro insegnanti: in tal modo i ragazzi potranno acquisire nuove esperienze e competenze. Il progetto, iniziato nell’estate 2004, ha già visto l’apertura di 3 biblioteche scolastiche.Sin dalla sua nascita l’Associazione ReOrient-Gli Amici di XA Me, fondata nel 1994 e onlus dal 1999, ha operato attraverso il sostegno a distanza e la stretta collaborazione con organizzazioni locali e non, attivando progetti e attività di educazione allo sviluppo e dedicandosi in particolar modo a migliorare le condizioni di vita dei bambini dei Paesi in via di Sviluppo. Attualmente ReOrient è attiva, oltre che in Afghanistan, in Vietnam, Sri Lanka, Uruguay e Repubblica Dominicana.

Partner locale del progetto è l’Afghan Youth Council –AYC

 

Reorient WebTV

Agenda

Non ci sono eventi al momento.

    Forum

    Login